Menu Principale
Pagina iniziale
Commissioni
Consiglio Pastorale
Bollettino Parrocchiale
Pagine Gialle del volontariato
Centro d'ascolto
Contatti
Appuntamenti
Calendario liturgico
Calendario Sala Giovanni Paolo II
BattesimI
Iscriviti alla Newsletter
Programma Gruppo famiglie
Foto Festa 2014
Informazioni su
Asilo S.Mamante
Catechismo
Gruppo giovani
Gruppo famiglie
Gruppo carcere
Una rete di famiglie per
Corso fidanzati
Gruppo coro
Canti Matrimonio
Cinema
Benedizioni Pasquali

Fondazione Donati Zucchi PDF 

La Fondazione Donati Zucchi sorta nel 1825 con il nome di "Partenotrofio" (parthénos = vergine; trephéin = allevare, nutrire), nel corso degli anni ha modificato la sua fisionomia. Oggi vuole essere una risposta educativa e di speranza per le persone più a rischio e in difficoltà della nostra società.

Attività

Il doposcuola, (una trentina di ragazzi delle elementari e medie del nostro territorio) non vuole essere solo una risposta di assolvimento ai compiti, ma una possibilità di aiutare i ragazzi a crescere nella socializzazione, nel rispetto, nella solidarietà, nell’assunzione dei propri compiti e responsabilità, curando sia l’ aspetto educativo che umano e religioso.
Minori allontanati dalla propria famiglia a seguito di una valutazione (giudiziaria o amministrativa) di incapacità o impossibilità temporanea delle figure parentali di svolgere le funzioni genitoriali in modo adeguato.
Ragazze che, raggiunta la maggiore età, ancora non hanno completato il percorso di studi o di avviamento al lavoro per potersi poi inserire nella società in modo adeguato, indipendente e autonomo. Donne coniugate e ragazze madri che hanno vissuto un’esperienza di maltrattamento all’interno della  f amiglia o nel rapporto di coppia, che desiderano fare un percorso di autonomia.
Madri che si trovano in una fase difficile della loro vita e che necessitano di un supporto per svolgere il loro ruolo materno.

Obiettivi e metodi

L’obiettivo che il percorso della vita in comunità si prefigge è quello di educare ed accompagnare la persona nella costruzione della propria identità reale; dare una risposta di aiuto alla famiglia in difficoltà, mediante interventi di sostegno alle madri, aiutate a recuperare con serenità il proprio ruolo di genitore e a rappresentare in prima persona il riferimento del minore.
È per questo che noi suore Figlie di S. Anna, aiutate da personale laico qualificato, ci poniamo come obiettivo di curare e promuovere l’uomo nel suo sviluppo integrale; conoscere le persone, l’ambiente e le culture per meglio accogliere, educare, formare, prevenire, curare, sanare e consolare l’essere umano in situazione di difficoltà; promuove la persona nel renderla protagonista, accogliendola nella debolezza e fragilità, accompagnandola, incoraggiandola a trovare in sé le risorse occorrenti, sostenendola nel suo cammino di crescita e di recupero.
Ciò cui si vuole pervenire è sicuramente una risposta di accoglienza il più adeguata possibile ai bisogni delle persone accolte, con un’autentica capacità di valorizzazione delle caratteristiche psicologiche, culturali e sociali del minore ospitato, e delle madri con i loro figli . Tale risposta è caratterizzata dall’o!erta di un ambiente familiare, di una “casa” in cui apprendere una pratica quotidiana di vita e di gestione di sé. Il “lavoro” è tanto e si ha sempre l’impressione di non fare mai abbastanza, di non riuscire a dare una risposta ai vari bisogni. Questa sfida educativa può essere la sfia per chiunque sente di avere tanto amore da donare e crede che ogni persona ha diritto a vivere una vita dignitosa e felice, proprio come l’ha pensata Dio Padre per ciascuno dei suoi figli.


Contatti:

sr. Nunzia: 347.84.19.072
Ulteriori informazioni su www.fondazionedonatizucchi.com